accedi   |   crea nuovo account

Monte sole

demoni del cielo
artigliarono la terra
e riversarono gelide luci
di abissi spaziali

urlarono gli uomini
e pregarono agli dei impotenti
quando le ali di farfalla ripiegarono
a quegli orrori

il mondo precipitò

si squarciarono le menti
e i cuori non pomparono più sangue
ma terrore
freddo... gelido... indifferente

sangue sopra sangue
colorò i boschi
e voci aliene rabbrividivano le foglie
da che ventre maledetto nacque questo orrore?

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 08/02/2010 05:45
    bella cesare, intensa poesia, piaciuta molto
  • Anonimo il 07/02/2010 23:47
    Complimenti Cesare
    una poesia cruda e molto sentita.
    Il nostro mondo nella nostre mani,
    che guaio...
    ciao
    Angelica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0