accedi   |   crea nuovo account

A Giacomo

Como
lo solitar passer
anco io
sum
omo
de lo secolo
unoventesimo.
E vedo te
lustre e caro
amico
tendermi
la mano
pe' condurre
l'alma mea
ne le celeste vie.

 

1
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Dolce Sorriso il 09/02/2010 21:50
    piaciuta
    bravo
  • francesca cuccia il 09/02/2010 20:03
    Un bravo amico, colui che conduce alla luce celeste, molto bella.
  • Paola B. R. il 08/02/2010 23:01
    Bello questo "volgare"...
  • loretta margherita citarei il 08/02/2010 21:14
    come sempre stupisci bravo pompeo
  • Anonimo il 08/02/2010 18:49
    ... Straordinaria!!!
  • Anonimo il 08/02/2010 15:08
    La celeste vie sconosciute!
  • Anonimo il 08/02/2010 12:16
    Il linguaggio scelto è sempre straordinario1 1 saluto
  • fabio martini il 08/02/2010 10:13
    non lo so se e' bella o brutta, se e' seria o faceta... io l'ho trovata quasi straordinaria tanto e' bislacca... fm
  • karen tognini il 08/02/2010 10:08
    MOlto... molto bella...
    5 stelline

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0