PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Lontano

Vado lontano, ma la scia
delle tue parole,
come ombra,
seguiranno i miei passi
incerti.

Nessuno può sfuggire
ai propri dolori,
nessuna distanza cancella
le ferite che,
intimamente,
sconquassano le anime
infelici.

Il mondo è troppo piccolo
per porre pareti
insormontabili
tra me e il tuo ricordo.

Vado lontano, ma mi resti
dentro come un frammento
di vetro, che mi graffia il cuore.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 02/11/2013 07:47
    Piaciuta la metafora del pezzo di vetro. I ricordi belli che un amore lascia dentro non potranno mai essere oscurati da quelli negativi che spesso si tendono a dimenticare.

1 commenti:

  • Susanna Contadin il 09/03/2010 14:39
    I nostri ricordi restano in noi, non ci lasceranno mai, a volte è come se noi stessi fossimo i nostri ricordi. È quello che esprimono molto bene questi versi, nei quali il ricordo di un amore perduto diventa eco di parole, dolori, ferite che continuano a far male. Bellissime le ultime strofe, complimenti e grazie infinite per il tuo commento a 'Le mie lacrime per te'

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0