username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Eterno ritorno

Ho da fare
mille cose da sbrigare
ma senza il computer
è difficile organizzarsi
senza la sua luce sugli occhiali
non so decidermi
d'andare a dormire
ho la vita davanti
anche se spesso mi sfugge
il senso del mio ritardo
e non so se è vero
oppure solo un'illusione
dei miei deboli occhi
che intuiscono miraggi
ma poi non sanno cosa farsene
ho mille faccende tra le mani
ma me ne sto fermo
come il picco d'un monte
ad aspettare che una nuova alba
illumini la mia smorfia
nascondo le mani
anche se non sono scaramantico
chiedo scusa
anche se non so bene a chi
torno da dove
non sono mai venuto
gioco con una trottola
che mi regalò un giorno
un signore che disse
d'ammirare
senza angoscia
lo scorrere del tempo
lei gira
ed io tifo contro il tavolo
perchè l'attrito non l'abbia vinta
questa volta...

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 09/02/2010 15:44
    Importante è che siamo noi ad occupare il tempo e non il tempo ad occuparsi di noi!
  • fabio martini il 09/02/2010 11:53
    buona... fm
  • Anonimo il 09/02/2010 10:31
    Il tempo scorre con mille cose da fare ma è giusto prendersi un attimo solo per se!!
    Bravo come sempre Salvatore...
  • francesca cuccia il 09/02/2010 09:39
    Momenti e realtà scritta dolcemente e in pieno senso, bravissimo amico mio.
  • karen tognini il 09/02/2010 08:58
    Meravigliosa... bravissimo...
    5 stelline.. caro.. Salvatore
  • loretta margherita citarei il 09/02/2010 08:35
    come sempre, il senso della realtà quotidiana, lo sai ben scrivere, piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0