accedi   |   crea nuovo account

Corollario dell'anima

Assiepato tra i sassi del fiume la mente crivella
le sue ragnatele
disegnando vortici astratti

l'ingannatore è tornato e come un
grande bluff si prende gioco e
disincanta ogni aspettativa di luce

ogni cavaliere si muove sulla scacchiera
dei miei giorni così come i padri tessero
i loro sguardi su una improbabile rivincita sanguinaria

ecco che l'aria respira segni di onnipresenza induce a insensibili conseguenze e inonda segni tangibili di coerenza

tutto si ferma per il percorso divino delle nostre ragioni che scava fino alle viscere del tempo le lacrime e i segni sul taccuino della mente

il percorso è già stato tracciato
sulla terra di nessuno dei non poeti che esprimono l'inesprimibile senso del nulla in cerca della luce liberatoria

spiragli di infinito calmo e rassegnato
disegno sull'uscio del mondo in attesa delle ombre eterne

potranno mai concederci la pace?
concederanno il perdono da ogni cecità violentata e mai cessata?

i segni del tempo sono tangibili e risuonano echi distorti e vulnerabili sulle nostre corone

adesso mi concedo e mi allatto con un'inespicabile senso di volontà mal composta e disdicevole ai più.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0