accedi   |   crea nuovo account

Vorrei per un'istante

Sono colei che non riconosci,
che ti passa accanto, ma che
non vedi;

colei che ti osserva di nascosto
mentre sei distratto

e che non puoi osservare, perchè
assorto nei tuoi pensieri.

Sono quella che ti ama senza
esser riamata e che vive ormai
nei tuoi respiri;

ma che non si stancherà mai di
averti come amico e amante.

Sono legna che arde sino a
consumarsi su questo fuoco che
non è paglia, e che al primo
vento si fa fiamma.

Vorrei che per un'istante ti
fermassi a considerare tutto
ciò e che fossi per te non solo
colei che osservi,

ma un segno tangibile della
tua vita, in virtù dell'amore
che ti porto;

affinchè un giorno ti risvegliassi
e mi pensassi un solo istante,
per questo cuore che ti dò,

custodito

in fondo all'anima!

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • augusta il 19/12/2011 16:47
    sono d'accordo con vitolo.. più ti fanno soffrire e più è affascinante...
  • loretta margherita citarei il 10/02/2010 21:45
    piaciuta, la stessa cosa del liquanti, ti dico
  • Anonimo il 10/02/2010 18:52
    Ti do un consiglio: cambia persona!
  • Anonimo il 10/02/2010 15:56
    Antonietta mia. innamorati della poesia. Scrivi una storia di un paesaggio o di una giornata che ti è rimasta impressa. Senza cambiare animo ma cambiando il soggetto. Un uomo che non ti appaga. Oforse la paura di amare. Fammi 'sto regalo. Son triste di leggere solo di sto dolore. Io ho sofferto tanto e il dolore, quando ti ci conformi,è pure romantico e vi ci affezzioniamo ma al primo raggio di sole bisogna avere il coraggio di cambiare. Da quando ho smesso, io, di scrivere in maniera troppo intimista mi si è sanato un pezzo di cuore. Cinque stelline con tanto amore.
  • Auro Lezzi il 10/02/2010 13:08
    Ma tutti tu li conosci... Che roba.. Però scritta cos' bene...
  • Francesco Vitolo il 10/02/2010 12:52
    a volte il gorgo dell'amore
    è cosi stordente che anche nel dolore
    forse per paura del vuoto
    che ci sarebbe poi... trova gioia
    a volte le emozioni
    più sono negative
    più affascinano
  • gian paolo toschi il 10/02/2010 11:37
    Con l'intelligenza che ti ritrovi, buttalo e cercatene un altro. Chiodo scaccia chiodo... dicono!
  • Antonietta Mennitti il 10/02/2010 11:28
    Non l'ha compreso... E non ha compreso neanche me!
  • gian paolo toschi il 10/02/2010 11:14
    Glielo hai mai detto in parole povere? Provaci, forse lui è un prosaico.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0