PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Intrecci

intrecci di fili
I tubicini intorno a te
Intrecci di fili i ricordi nell'anima
Il tuo sguardo vivo dov'è?
A rincorrere i sogni e le speranze di ieri
O a leggere il libro dei ricordi dentro all'anima
Ti parlo
Non senti
Forse sei già a seguire il tuo volo
O forse fingi di non sentire e di non vedere
Le lacrime costrette da un nodo alla gola
Non sei più tu
non sono più io
Quando insieme rincorrevamo aquiloni
Ti sistemo il cuscino
Mentre dietro al vetro della finestra
Sta spuntando il sole
La vita di sempre
La notte è dentro mè
ci sarà, mamma, un'altra primavera
per rincorrere ancora le nuvole

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • ELISA DURANTE il 04/10/2010 11:30
    Dolcissima, questa poesia dove l'inevitabile costituisce un così grande dolore che solo la
    speranza di un'altra realtà, forse ultraterrena, certamente psichica, consente di andare avanti. Bellissima
  • Anonimo il 03/06/2010 13:22
    Ci sarà sicuramente un'altra primavera...
    Frasi toccanti, cariche di rimpianto.
    Bellissima.
  • Adamo Musella il 14/02/2010 17:30
    Un sentiero nuovo e i ricordi saranno belli e dolci. davvero dolce Laura. baci.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0