accedi   |   crea nuovo account

Le mani tra i capelli

dolci lusinghe i tuoi occhi
come spighe di grano guardano l'orizzonte
il tuo cuore è un arsenale di fili intrecciati
il tuo cuore è una darsena, un porto per vascelli fantasma

l'ebbrezza del vento mattutino
si scontra con l'aridità del tempo a divenire
un lampo secco son le ferite che porti dentro
dentro è tutto un sussulto, tutto un sobbalzo

vorrei tenere lontano l'indifferenza
e partecipare alla rinascita
le mani tra i capelli, segno di vittoria
un lasciarsi sereno nel susseguirsi della storia

ma nell'inconscio si muovono irte e cupe
idee promosse da chissà quale ingegno
uomini che ti circondano, quasi sempre stolti
propongono un mondo di favola che favola non è

non piegare il tuo cuore ma alza i bicchieri
porta in tavola l'onore, la dignità di colei che sa
distaccati da un mondo profano
e innalza il tuo sguardo verso un obbiettivo mai più lontano

vorrei vederti una mattina
sorridente per strada, con la fierezza leonina
con il mondo che al tuo passare s'inchina
sussurrare grintosa e con lo sguardo dritto... il mio nome è...

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 07/05/2012 10:40
    splendida poesia complimenti cristiano

2 commenti:

  • Anonimo il 12/02/2010 08:45
    Una dedica bellissima, istantanea di un sentimento profondo ed immortale.
  • Vincenzo Capitanucci il 12/02/2010 08:36
    Molto bella Cristiano... vorrei verderti una mattina sorridente per strada... grintosa come non mai... portandoci.. oltre ogni orizzonte...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0