username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sto bene così

Con i miei dubbi, le mie incertezze
Le mie sconfitte, le mie paure
Sto bene così a contare le righe del pavimento
Come fossero gli anni che ho lasciato
Con le speranze e le attese appagate e tradite
Stringendo dentro il pugno sogni e conquiste
Ho perso, ho vinto, ho dato, ho ricevuto
Graffi e carezze all'anima
Ho vissuto
Non rinnego ciò che ero
Non cancello ciò che sono
Accetto quel che sarò
Ombra riflessa sul muro
O stella irridescente
Sto bene così...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • ELISA DURANTE il 04/10/2010 11:42
    Vivere l'oggi con consapevolezza è caratteristico di una persona matura (ma non è facile per niente...)
  • Anonimo il 12/06/2010 15:27
    Accettarsi per quelle che si è, consapevoli del proprio cammino, di aver sofferto, gioito ed esserne fiere, questa è la vera saggezza. Volersi bene comunque, nonostante gli errori commessi.
    Mi piace è ricca di sana autostima.
  • Antonietta Mennitti il 13/02/2010 10:16
    Ops Laura... Tra Petrarca e Leopardi faccio sempre una confusione? Laura e' un nome che a me piace ed è per questo che l'ho attribuito alla donna amata del Leopardi... Scusami per l'errore.
  • Aedo il 12/02/2010 23:53
    Una poesia di grande effetto emotivo: riesci con pochi versi a scrutarti in modo profondo. Bravissima!
    Ignazio
  • Antonietta Mennitti il 12/02/2010 15:53
    Leopardiana senz'altro... Amo il Leopardi Laura... e poi ti chiami L A U R A! come colei che ha tanto amato.
  • Anonimo il 12/02/2010 14:48
    E come potresti non accettare quello che sei! Sarebbe dire rinunciare a vivere.
  • Salvatore Ferranti il 12/02/2010 13:00
    brava, davvero intensa questa poesia che tocca il cuore... da applausi
  • Ugo Mastrogiovanni il 12/02/2010 12:53
    Tutte intenzioni coraggiose e sagge in questi suoi versi; quello poi, < Sto bene così a contare le righe del pavimento> è di buon augurio. Anche il Leopardi si soffermare a guardare il pavimento anzi, ci vedeva sempre Croci e a volte temeva di calpestarLe.
  • karen tognini il 12/02/2010 11:34
    Ma che.. brava.. poetessa...
    bella.. piaciuta...
  • Auro Lezzi il 12/02/2010 10:50
    Senz'altro eri sei e sarai una bella poetessa..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0