accedi   |   crea nuovo account

Soggetto, Oggetto, li getto

Lungo uno spazio per un tempo
raccogliesti un sasso
levigato come un uovo
ocra e turchese.
Lo tenevi giusto nel pugno.

In un indeterminato istante
lanciasti il sasso,
un cane corse per raccoglierlo.

Ed io lo stesso ocra e turchese
vidi disegnarsi nello spazio;
più scaturito dai nostri cuori
avvezzi a eoni di vicinanza
che dal riflesso policromo del sole.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 12/02/2010 21:35
    Filosofia, fisica, e parole tenere, fusi in una breve ma bellissima opera.
  • Anonimo il 12/02/2010 17:39
    E qua mi tocca scomodare Aristotele!
  • loretta margherita citarei il 12/02/2010 17:05
    coinvolgente ben scritta piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0