PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il prode (e impotente) cavaliere

Il Cavaliere è un uomo per bene
sempre pronto davanti ad ogni affronto.
I suoi valori sono Onore e Rispetto
e se lo vede su Canale 5, allungato sul letto.
Arriva poi la regina, adornata di cotanta lussuria
che gli dice "Messere, si tolga l'armatura".
Davanti a questa richiesta, il prode cavaliere
perde la testa.
Si toglie scudo, armatura, stivali ed elmetto
e guarda giù, verso l'uccelletto, che è più curvo di un uncinetto.
Con stupore, dice alla dama "Milady, perchè non si alza la sottana?"
Ma in questa infingarda situazione si nasconde una grama,
e il cavaliere, dispiaciuto, dice "Un attimo, che prendo il viagra".

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Germano Venturi il 03/07/2011 18:09
    Alla gogna! Lesa maestà!!!
  • Anonimo il 12/02/2010 17:38
    E meno male che l'hanno inventato sto viagra!
  • simone baire il 12/02/2010 17:11
    poveretto il nostro cavaliere, non si alza dritto il suo bel vedere; la dama dal canto suo ha ragion di non mostrare sotto la sottana; sara' per tempi duri, ma come fa senza viagra?
  • loretta margherita citarei il 12/02/2010 17:01
    a lui il viagra a noi italiani... nun me lo fa dì se no m'abbasseno lu karma piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0