username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Saluto

Pace a te 2009
che m'hai illuso,
agli inizi,
come ogni nuovo amore.
Pace a te 2009
che lentamente
m'hai corroso
come acida goccia
scavandomi l'allegria.
Pace a te 2009
che avido
ti sei nutrito,
invisibile zecca
dell'energia non fisica
che m'appartiene.
Pace a te 2009:
ci siamo salutati
con dignitosa educazione
come coniugi stanchi
dopo sentenza di divorzio;
girandoci le spalle
abbiam proseguito
a passo calmo e certo,
tu allo scaffale dei ricordi
io tra le braccia del nuovo inganno.
Pace a te 2009.
E a me.

 

2
8 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 31/03/2015 17:30
    Un laudo tutto per te ben meritato, per questa tua eccezionale.

8 commenti:

  • augusto villa il 15/03/2014 22:27
    ... ohhhh... ma dove sei finita?... Non riesco a mandare i messaggi... cioe... li scrivo... ma arrivano in bianco...
    Un abbraccio, Martolina... e un bacione!... Quando ci rivedremo... avro da raccontarti!!!
  • bruno guidotti il 24/05/2013 19:18
    Un triste De Profundis, con un bivio finale, che ha aperto nuove strade.
  • Anonimo il 29/04/2010 14:50
    quanta sensibilità. abilità nell'uso delle parole. tanta voglia di rinascere. complimenti molto bella.
  • Nicola Saracino il 17/04/2010 09:19
    Ogni volta che ci svegliamo, o che ci addormentiamo, è un inizio d'anno e porta con sé nuove illusioni, nuovi inganni, come quello della 'dignitosa educazione'. Tutto questo 'nuovo', come ogni nuovo amore, s'installa creando l'illusione della sua esistenza. Tutto ciò che è e che non è illusorio non può essere nuovo... e questa è la perenne novità. Nicola
  • Ivan Bui il 20/03/2010 01:14
    ... e a me. Davvero bella.
  • augusto villa il 22/02/2010 23:18
    Complimenti Martaaaaa... È davvero una bella poesia...
    vuoi una critica?... toglierei quel "che m'appartiene"...(è sottinteso)
    Comunque con o senza quel verso... rimane sempre una bella poesia.
  • Adamo Musella il 14/02/2010 23:48
    Una pace firmata, un armistizio tra noi e quello che sembra essere il padre che rinasce figlio e che si vuole canzonare quasi a volersene propiziare un corso diverso; così le parole della poetessa scrivono piacevolmente e con ironia su quello che il tempo pare si sia divertito a determinare. Cara Marta sei insuperabile e sciolta nella scrittura. un bacio grande.
  • Anonimo il 13/02/2010 05:17
    Complimenti é veramente bella e struggente

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0