username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Alte cime

La smania delirante emerge
senza pudori, colmando
l'anima priva di voci.

Non servono parole,
sono assenti e totalmente
presenti, raccontano di luci,
suoni, acque, sapori.
Si apprezza il sudore.

Il rossore che gioca sul tuo viso,
ha fatto volare via, la luminosità
dai tuoi occhi.
Ora aperti, spalancati, bianchi
come la neve che copre
alte cime.

Un leggero battito di ciglia,
ridonerà l'antico splendore.
Torneranno padroni di tutte
le luci: del sole, del fuoco,
della natura.

I tuoi seni contratti, turgidi,
donano ombre ad un ventre
che dondola lentamente.
Imprigiona una dolce farfalla,
tornata al riposo, esausta d'energia.

Per poi rinascere senza consumarsi
a nuova vita.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Antonietta Mennitti il 23/02/2010 09:07
    Bella e passionale!
  • loretta margherita citarei il 13/02/2010 16:59
    una poesia che con delicatezza svela il sesso piaciuta
  • Anonimo il 13/02/2010 15:00
    una poesia molto erotica e di gran classe. tutta ovattara con parole leggere che si svela solo alla fine. molto bella.
  • karen tognini il 13/02/2010 12:35
    Mi sembra.. di esserci...
    bella.. davvero...
  • Anonimo il 13/02/2010 12:11
    Bella poesia e belle immagini.
  • Salvatore Ferranti il 13/02/2010 12:03
    bella poesia complimenti... alla tua bravura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0