PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Candela

I sogni son dei bambini
Sembra dirmi questo gelo
Marciante e deciso
lo stesso che filtra da queste labbra trafitte
E bambina son io a sognare per vivere
Nel gelo ridente ho gli occhi coperti in un tocco lieve
A mantener chiuso il calore nei miei sogni
fino a non aver più freddo
Fino a rubare al vero il suo scettro di verita'
Fino a che le mura dipinte e i vetri
Appannati
E questa ceramica sotto i piedi nudi
Fino a che questo legno reso per viver piegati ed ordinati
Fino a che perdano senso
Sola fino a diventar solo sola
A vietare agli specchi bugiardi
Di rapire verita' sconosciute al vero
fino a diventar solo un fuoco
e tutt'intorno nulla che non nuoce
e non fa male il legno sotto
carne rossa che danza nuda
e' di cera ormai tutta la realta'
E quelle voci ormai nebbiose i sogni dei bambini
Io una fiama e tutt'intorno e' cera rossa
A tratti sangue aperta e calda ed io
Le braccia ed io
Che per lei brucio e creo
aperta e calda forma di un teatro deserto
Dietro di se ha solchi lievi.. ardenti a prender forma
E danza libera follia
e fiamme i piedi sulle punte bruciano volteggi irreali
e toccano realtà .
(Ti prego non li aprire)
Che se filtra luce non puoi toccare
È deserto il teatro aperto tremante e rosso
E le mie braccia e le mie gambe e non più pelle sul mio volto
Solo aria leggera che non nasconde nulla
E di rosso si tinge come sangue senza più corpo
'che' la realta' non ne ha di verita'
E tutto e' umano e relativo
E voci sbiadite diventano leggi urlanti a seppellir paure
E per gli occhi c'e' legge e rossa e' la tenda che tocco
È rossa ed e' cosi' e in ugual modo per tutti
Se non lo fosse per me sarei pazza .
Ma ho gli occhi chiusi e non c'e' tenda avanti a me
Ed io son aria rossa senza leggi
Ed danzo sola che se cosi' non fosse
No sarebbe più verita'
Il solco inciso di cera sotto i miei piedi
Sospesi
non più cosi' calda
E non più rossa forse!

 

0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 10/01/2014 05:46
    Molto piaciuta... complimenti.

1 commenti:

  • Nicola Saracino il 06/08/2008 15:05
    direttrice d'orchestra delle proprie debolezze... questo è vivere in poesia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0