PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Un'orgasmica melodia per l'aere si spande

Tu stesa sotto di me,
ingordamente abbandonata.
Mani suonano i tasti del pianoforte
sparso sul tuo corpo.
Labbra danno vita a flauti e sax
adagiati negli angoli nascosti.
La lingua spazia sulle corde dei violini,
facendoli vibrare all'unisono.
Il grosso timpano percuote incessante
la membrana della grancassa tuonante.
Invasato maestro agito la gran bacchetta,
La mia orchestra prende vita... unica.
Ed.. uuuuuhhhhhmmmmmmmmmm...
Un'orgasmica melodia per l'aere si spande.

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Daniela Treccani il 16/02/2010 22:28
    Che bella orchestra, e la melodia poi, Bravo
  • Adamo Musella il 14/02/2010 17:25
    Le note riescono anche in questo. bravo. ciao
  • Anonimo il 14/02/2010 17:18
    Io l'avrei chiusa con" prende vita"
    Bellissima. Bravo e bravo.
  • Anonimo il 14/02/2010 14:54
    Oserei dire ch'è proprio una bella sinfonia del c...!
  • loretta margherita citarei il 14/02/2010 10:55
    avevo dimenticato di aggiungere che mi è piaciuta
  • loretta margherita citarei il 14/02/2010 10:53
    è una rapsodia o jazz, forse un notturno di chopin

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0