PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

San Valentino di fango

Come sono vivo,
al tocco dei tuoi baci
Amore mio, albatro
che attraversa il cielo,
verso sospeso al tuo seno,
perduto nel tuo respiro
sono oceano, vertigine, abisso!
In questo San Valentino di fango,
sono un uomo disperato,
perché i tuoi baci li dai a un altro,
e mangio terra e bevo pianto.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

19 commenti:

  • Aliena il 29/06/2012 22:20
    tristissima e bela. complimenti.
  • giovanna raisso il 15/02/2010 00:18
    .. terra e pianto.. un giorno di fango.. ma quanto ancor vivo in quel ".. al tocco dei tuoi baci.."...
    Fabio..è disperata dentro.. bella nella sua gelosia..
  • Simone Scienza il 14/02/2010 23:16
    Amore mio, albatro
    che attraversa il cielo,
    verso sospeso al tuo seno,
    perduto nel tuo respiro
    sono oceano, vertigine, abisso!

    Adoro questi passaggi, si librano nella disperazione
  • Dolce Sorriso il 14/02/2010 21:36
    bellissima poesia
    intensa e dolce
  • Anonimo il 14/02/2010 21:23
    Questa poesia mi ha toccato... si sente il dolore...
  • Donato Delfin8 il 14/02/2010 19:50
    ???
    Ah bè alla prossima fabietto grazie per il tuo tempo.. il mio è scaduto vado a festeggiare
    Con affetto
  • Fabio Mancini il 14/02/2010 19:42
    Signor, Donato, guardi pure gli spettacoli e gli attori che più le aggradano, ma utilizzi meglio lo spazio e il tempo che le sto concedendo. Con affetto immutato, Fabio.
  • Donato Delfin8 il 14/02/2010 18:22
    sig. fabietto è lei che fa supposizioni da sempre!
    Però la vedo informata... meno sul comico "Franco Franchi" ... mentre le piace + Casella.

    Non rido sulle parole di nessuno caro amico ho solo commentato la poesia e lei come al solito va oltre!
    Con affetto
  • Fabio Mancini il 14/02/2010 18:04
    Signor, Donato, se vuole può anche divertirsi sulle mie parole, nussuno può vietarglielo, tantomeno io. Le faccio però presente che sono appena 235 anni di gente che ha "supposto" creando cure e terapie per persone come lei. Ma alla fine tutti lasciano qualcosa. E lei sarà ricordato come l'inventore della teoria della "supposizione-supposta" cosa di cui in ogni commento me ne fa menzione. E allora che ciascuno sia fiero della propria supposta grandezza! Con affetto, Fabio.
  • Donato Delfin8 il 14/02/2010 17:49
    Eh bè ce ne sarebbe un altro! povero fabietto dai ne manca solo uno e ti faranno santo!
    dai ti faccio i commentini che chiedevi tempo fa quando nessuno ti pensava
    già... sei divertente un po' solo un po' però puoi migliorare.. come provocatore tu si che sei grande... e skorderello...
    caro amico grazie grazie per le risatine ricordati però del comico...
    Nella vita ci sono le cose vere e le cose supposte, se quelle vere le mettiamo da parte, le supposte dove le mettiamo?
    Con affetto
  • Fernando Biondi il 14/02/2010 17:45
    la tristezza, la disperazione, per un amore perduto, molto ben descritta.
  • Fabio Mancini il 14/02/2010 16:56
    Cari amici miei, cosa fareste se io non ci fossi? Avete personalità conflittuale "Padre" per cui il vostro comportamento trova la sua giustificazione nelle frustrazioni impartite dalla personalità del padre, conflitti nati dall'età infantile e mai risolti. Di conseguenza Salvatore non ama "la testa di zucca" cioè il proprio capo, colui che gli da gli ordini e che gli ricorda l'autorità della figura paterna ed il signor Donato con le sue provocazioni, ma con la sua costante presenza è l'emblema di una relazione affettiva, ma sofferta e mai appagata con il padre. In queste differenti situazioni: l'autoritarismo nel caso del papà di Salvatore, l'incomunicabilità nel caso del papà di Donato dc, il sottoscritto viene eletto da entrambi come il capro espiatorio sul quale vomitare i propri sentimenti repressi. Ma meno male che ci sono, potete in tal modo ridurre se non risolvere i vostri cari problemi irrisolti. Con affetto, Fabio.
  • Anonimo il 14/02/2010 16:41
    E io ti mando un bacio che ne chiamera tanti altri di altre donne che ti ameranno ancora.
  • Cinzia Gargiulo il 14/02/2010 16:33
    Disperazione ben descritta. Piaciuta!
    Ciao...
  • Anonimo il 14/02/2010 14:31
    E dai amico mio, consolati con l'aglietto!
  • Donato Delfin8 il 14/02/2010 13:32
    Già capita... poi con gli uccelli grandi che prendono meglio il volo!

    Ottime ed intense immagini della disperazione.
  • Antonietta Mennitti il 14/02/2010 12:53
    Chiodo schiaccia chiodo Fabio... È l'unica medicina che col tempo guarisce! Bravo
  • loretta margherita citarei il 14/02/2010 12:24
    bella intensa, piaciuta molto, bravo
  • karen tognini il 14/02/2010 12:14
    mi dispiace.. tanto... vedrai che poi... passerà

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0