accedi   |   crea nuovo account

Festa degli innamorati?

San Valentino
Dolce ricordo del tempo lontano
dei brividi provati nel tenerti per mano
quando parole e versi d'amore
scorrevano a fiumi senza rigore.
Nel tuo diario i cuori trafitti
lasciano il posto a meri diritti.
Non sai più donare parole sincere
il gelo dell'animo ti dona piacere.
Scheggia la teca di duro cristallo
Rivela il diamante che giace lì in stallo
Riaccendi il camino, ravviva la brace
disseta l'animo: da troppo tace.
Non m'importa più della tua festa
Un bacio vero è la sola richiesta...

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • rainalda torresini il 11/07/2010 14:38
    È così!!!
  • bruno guidotti il 09/07/2010 11:17
    Bella poesia, ma non vorrei che fosse autobiografica. Bruno
  • tania rybak il 08/03/2010 01:04
    molto bella, scorevole e sincera
  • Gianni Spadavecchia il 28/02/2010 07:50
    rainalda ho capito che cosa vuoi far capire, ma l'amore vero ritornerà stanne certa! comunque molto bella aggiungimi tra gli amici ok?
  • loretta margherita citarei il 14/02/2010 18:14
    ben rimata brava rainalda