accedi   |   crea nuovo account

Davanti a me

ritrovo il tratto di un tempo esistito...
non vissuto..
rinnegato..
dinnanzi a me una me che si confronta.. che si commisera e che si ringrazia.
ho perso, ho accettato ed ho capito... solo perdendo, capendo ed accettando ho avuto la mia vittoria!!
di fatto sono solo una perdente che trova nello sfascio una ragione per continuare, una ragione per andare..
ma in fondo...
mi pento perchè mi accorgo che la vittoria dei perdenti giunge solo quando questi ammettono di aver perso tutto per davvero...
mi pento perchè in fondo scrivo solo frasi vicine su un sito dove gente come me magari si sente davvero grande..
io non sono niente.. e tutto ciò che ho è la realtà di essere consapevole di questo e di ringraziare dio perchè mi ha mandato una luce... nonostante tutto e nonostante ciò la luce mi da pace.. mi da gioia e mi da la forza per continuare ad esserci.. per lei.. perchè il niente che possiedo incrementa nella mia luce la voglia di brillare..

 

2
7 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Dark Angel il 08/05/2012 14:32
    interessante riflessione dalla quale prendere spunti (i miei complimenti oscuri per la tecnica lineare e poco evasiva)

7 commenti:

  • Duca F. il 22/08/2010 20:21
    Molto originale nella struttura. Godibile.
  • nessuno invisibile il 29/04/2010 09:08
    grazie a te nemo...
  • nemo numan il 21/04/2010 18:01
    stupendamente bellissima... bravissima
  • nessuno invisibile il 20/02/2010 10:49
    grazie a tutti... il problema delle righe lo riscontro anche io... il punto è che le poesie che scrivo qui mi vengono al momento non sono precedentemente scritte... cercherò di elaborare la stesura delle prossime in modo differente... grazie..
  • Giuseppe Bellanca il 18/02/2010 08:01
    La presa di coscienza del nostro io qualche volta ci rende piccoli davanti l'immenso, ad ogni caduta c'è sempre un rialzarsi," la legge della soppravvivenza" che anima ogni essere. Nel nostro mondo non ci si sente grandi, ma persone normali che molto spesso leggono nel cuore. La tua mi è piaciuta un solo consiglio disponi meglio le righe per facilitarne la lettura per il resto ottimo il contenuto. Ciao.
  • Vincenzo Capitanucci il 15/02/2010 06:42
    Siamo dei niente... persi in un tutto... brillante...
    una buona presa di coscienza...
    Benvenuta sul Sito.. Mariagiovanna...
  • Aedo il 14/02/2010 23:56
    Una poesia che si configura come analisi introspettiva. Per dare più rapidità alle immagini, prova ad accorciare i versi. Piaciuta!
    Ignazio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0