PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Un colpo di tosse

una strada piena di sassi..
un disegno pieno di scarabbocchi
che non vanno via, o che se cancellati,
lasciano il segno in ogni caso...
si lotta per ciò
che non sarà mai nostro per davvero..
si compatte per avere
cose che non appartengono a nessuno...
per terminare in un punto
dove tutti siamo uguali..
e tutti
siamo differenti per il modo di arrivare fin lì..
e per il modo in cui
viviamo con noi stessi quel momento...
è solo un colpo di tosse..
l'ultima spinta di ossigeno..
l'ultimo fischio del treno e l'ultima stazione alla fine del viaggio... non conta niente lungo il tragitto..
conta solo ciò che siamo stati prima di salire sull'ultimo vagone di un treno che non da ritorno..
conta quello che saremo per coloro che ci raccontano...

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • nessuno invisibile il 20/03/2010 11:43
    tutti noi conosciamo noi stessi... ma non sempre siamo capaci di donare a tutti quelli che ci conoscono la vera essenza della nostra persona... l'essere umano nasce imperfetto, percorre un cammino e vive delle esperienze che ne modificano parte del carattere, il quale, molto spesso, non traspare dalle nostre azioni e dalle nostre vite quotidiane... l'essere umano nasce imperfetto e parla di ipotesi non comprovate elaborando su di esse pensieri che per molti sono inutili per altri no... l'essere umano vive e muore..è questo l'unico dato di fatto... non bisogna prendere dal nostro prossimo quello che riusciamo a dare in vita... perchè non può sempre essere del tutto reale... ma quando si va via, in un modo o in un altro... vive e resta di noi quello che abbiamo fatto, che abbiamo detto e che abbiamo scritto... e chi ci amerà lo farà perchè davvero lo sente, SEMBRARE nel corso di una vita non serve a molto... a mio parere è ESSERE quello che ci fa ricordare e che davvero è importante... restare nei ricordi non fa morire quella parte di noi davvero reale.. pura e concreta... solo quando saremo dimenticati cesseremo di esserci... che ci sia o meno ritorno...
  • Anonimo il 20/03/2010 08:40
    No, conta quello che riusciremo a conoscere, nella verità che riconosceremo essere priva di dubbio, perché noi siamo essenzialmente quello che conosciamo perfettamente, e che con perfetto intento cerchiamo di applicare alla nostra vita. Che importa che ci raccontino gli altri? Noi dobbiamo amare e farci amare perché siamo veri e ci sappiamo sacrificare per la verità che riteniamo essere sacra. Sul fatto che non ci sia ritorno nessuno può dirlo con certezza e, quando si parla col vero, è opportuno non opporre ipotesi non comprovate.
  • Anonimo il 09/03/2010 18:36
    Che forza nelle parole! Brava!
  • Giuseppe Bellanca il 18/02/2010 08:08
    Si nasce, si vive con la speranza di lasciare un piccolo segno del nostro passaggio e lasciare che siano gli altri a parlare di noi... bella espressione con un sottile spirito (ben celato) di autostima, originale.
  • nessuno invisibile il 17/02/2010 08:38
    grazie raga...!! molto gentili...
  • loretta margherita citarei il 16/02/2010 07:13
    bellissima riflessione, complimenti gran bella poesia
  • Vincenzo Capitanucci il 16/02/2010 07:09
    Molto bella Maria Giovanna... si combatte per non avere... fino all'ultima spinta di ossigeno..

    Conta solo quello che siamo stati... in essere...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0