PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Doppia visione

Lacrimando
sorrido per sempre

in una disputa accesa
frontalmente

nell'urna

dei miei affaticati occhi venerei
mi allungo nel tempio

contemplo

fra nuvole bianche
fuochi d'ebbrezza
abbraccianti cime di smeraldo

lo Spirito

tornato a valle
in celeste pioggia
colma pozzanghere vuote

d'immensità

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 16/02/2010 21:15
    la tua visionarietà mi hai ricordato Blake... bellissime quelle cime di smeraldo
  • Donato Delfin8 il 16/02/2010 21:02
    Bella Vincè.
  • Fabio Mancini il 16/02/2010 20:25
    Piaciuto molto, con uno stile inconfondibile. Fabio.
  • Anonimo il 16/02/2010 18:43
    .. hai iniziato un viaggio che trascina.. e che entusiasma
  • alice costa il 16/02/2010 18:21
    ... quasi un ciclo dell'acqua... mi ha colpito la prima strofa... lacrimando... sorrido... e qui si genera quella doppia visione... quasi una rifrazione.. che torna a valle sotto forma di pioggia celeste... immagine splendida
    bellissima...
  • karen tognini il 16/02/2010 17:36
    La pioggia.. purifica... il tutto!
  • cesare righi il 16/02/2010 14:00
    tra gli innumerevoli piani delle realtà possibili trasmuto attingendo l'energia dell'universo.
    Questa poesia è un viaggio del corpo astrale... mi domando fin dove puoi arrivare...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0