accedi   |   crea nuovo account

Paese

a levante
tenui sfumature
sospingono il profondo notturno
è l'alba
fra le ripide calle
l'ovattato scalpiccio dell'adusta paesana
con l'acqueo carco.
S'erge sicuro sull'antico cercine.
È dei picchi più alti, la brezza che
porta i primi fiocchi di neve e
in un silenzio cenobico
s'insinua, imbianca
l'agglomerato alpino, sembra spruzzato
su quel costone abetifero
imbiancato
ora che nevica

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • ignazio de michele il 19/02/2010 11:03
    grazie, ad entrambi
  • Anonimo il 18/02/2010 14:51
    questo...è un quadro in poesia... complimenti!!!!
  • denny red. il 17/02/2010 00:34
    la neve profondo notturno ora nevica il bianco senso del ritratto.. piaciuta! ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0