username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Risvegli

Greve scende la pioggia su una terra affamata.
Nel terreno la semente affronta un parto difficile, ed ecco, nasce la piccola radice che la porterà alla futura vita.
Erba, fiore o pianta, non ha importanza.
Lontano la rondine ode il richiamo che la porterà a garrire nei nostri cieli.
La fiera dormiente inizia il suo lento risveglio.
Un nuovo inizio è alle porte.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Sergio Fravolini il 29/03/2010 15:11
    Erba o fiore che sia nella piccola grandezza di un infinito.

    Sergio
  • Anonimo il 27/03/2010 18:34
    Interessante, vera!
    Potrei dire:
    il sole cade dietro alla collina, il cielo azzurro grigio è divenuto e l'usignolo che cantava prima, tace nel buio, quasi fosse muto!
  • augusto villa il 17/02/2010 21:59
    M'hai dato un'idea, Flick!... Quasi quasi... mi fumo le tasche...
  • loretta margherita citarei il 17/02/2010 16:18
    direi che è veramente bella brava
  • Rino il 17/02/2010 12:55
    La natura si sgranchisce le ossa, si stiracchia... ed è pronta a fiorire... brava Alessandra!
    ... il verde è bello... tranne che nelle tasche...
  • alessandra gazzi il 17/02/2010 11:12
    beh ma non potevo mica scrivere W LA MARIA ti pare?? Ma vedo che il non mettere filo d'erba ma solo erba... l'ha fatto capire hahahahaha
  • augusto villa il 17/02/2010 10:58
    Ebbrava l'Alessandra!!!
    Un bel quadretto ma non solo... Bello l'accostamento natura/fiera... Il parto dei semini... Bella!!!
    Permettimi solo una cosa:..."Erba, fiore o pianta, non ha importanza"... Come... non ha importanza???
    ... Erba, cara mia, erba!!!... ahahahah... Sai... mi piace un sacco... il verde... -------

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0