accedi   |   crea nuovo account

I duecento

Erano duecento
gagliardi e forti
e sono morti,
dalle facce bambinesche
uomini appena cresciuti
giaciono ora
in tombe sconosciute.
Eroi
o vittime inutili
di ambiziose imprese?
Ai posteri
l'arduo responso!

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • loretta margherita citarei il 19/02/2010 17:35
    la spigolatrice di sapri,è la poesia che hai citato, piaciuta pompeo
  • Anonimo il 19/02/2010 14:49
    E chi sono i posteri? Oramai ci sono rimasti solo i posteriori!
  • Anonimo il 19/02/2010 13:39
    Bella parodia. Sei bravo e non hai bisogno che te lo dica io
  • cesare righi il 19/02/2010 11:52
    Bravo Pompeo, la nuova versione della Spigolatrice di Sapri, la storia si ripete...
  • alice costa il 19/02/2010 10:38
    ..è un responso molto arduo... tutte le battaglie sono inutili ma.. l'indipendenza di ogni popolo è sacra...
    ogni cimitero di guerra ci ferisce e ci tocca profondamente il cuore... guardi le date di nascita e ti accorgi che sono sempre poco più che bambini... atroce...
    un applauso per la poesia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0