accedi   |   crea nuovo account

Il Tempo della Rosa

Orecchino di Swarovski impolverato
lo sguardo dei 50 anni più non riluce.
Infida e rapida l'età del mutamento
Insidia la stagione della giovinezza.

Detronizza la rosa
Che nel giardino regnò
sopra ogni altro stelo.

Pur restando una rosa
già la foglia più esterna l'abbandona,
svenandosi di rorido humus
che la riveste di tessuto damascato.

Difendendo l'eletta sudditanza
al suo interno i petali
l'uno all'altro abbracciati,
invocano alleanza di rugiada.

Restare uniti, questo è l'imperativo!

Che nessun petalo abbandoni
anzitempo la reggenza del calice!

Forse domani refrigerio di pioggia
Potrà farla rivivere, invidiata.

Ma seppure giungesse
il temuto momento di sfiorire,
sul riarso terreno ricadere,
lascerà testimonianza di Regina,
per il suo Tempo
per il suo Potere.

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Sergio Fravolini il 10/08/2010 09:36
    " il temuto momento di soffrire" ottimo.

    Sergio
  • Anonimo il 02/03/2010 20:38
    Restare uniti, questo è l'imperativo! Molto bella. Complimenti.
  • Fabio Mancini il 21/02/2010 14:40
    La tua presenza arricchirà il Sito. Sono onorato di poter ancora rileggere le tue poesie che conosco tutte! Fabio.
  • loretta margherita citarei il 21/02/2010 11:34
    molto bella, l'importante non perdere i petali ed il modo migliore secondo me è accettare il tempo che scorre

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0