username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

NOTTURNO

Come terra riarsa dal sole
zolle assetate attendono invano
benefica pioggia,
così l'anima, di dolore inaridita,
più non ha lacrime per piangere,
ante l'eterna dipartita.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

40 commenti:

  • silvana capelli il 18/06/2012 15:12
    Complimenti per questa tua profonda e vera poesia.
    Mi ha emozionato! molto bravo.
  • bruna lanza il 10/06/2011 23:39
    io ho dissetato una zolla arida, e non ho avuto più lacrime per il mio dolore; pochi versi che racchiudono una grande verità
  • Rolando Attanasio il 10/03/2011 09:51
    la notte come la morte, la morte dell'anima? Ecco il dilemma escatologico non svelato
  • Valentina B. il 23/11/2010 19:10
    Evoca un'immagine intensa, bravo!
  • Anonimo il 22/10/2010 02:10
    sprofonda nel abisso dei silenzi...
  • Luigi Locatelli il 11/06/2010 09:36
    non trovo attinenza tra titolo e contenuto... avrei messo la virgola dopo sole e la toglierei tra "anima" e "di dolore inaridita" : non si mette la virgola tra soggetto e verbo... per il resto evoca una bella immagine...
  • Agostino Griffante il 22/04/2010 15:48
    non c'è male. il discorso dell'anima è molto bello, parli di una sofferenza atroce forse, le capisco. Ma sappi una cosa, si piange anche senza lacrime, xk piange il cuore per l'anima. cmq è bellissima, non c'è male, ripeto. bravo.
  • G G il 24/02/2010 20:45
    Bella e profonda mi ha colpito subito!
  • Anonimo il 05/01/2010 11:29
    Supenda introspezione e meditazione, letta con vero piacere.
  • Paola Paudice il 20/09/2009 23:29
    rapida e incisiva, lascia il segno per la profondità dei suoi contenuti. Bella.
  • Barbara Abenante il 11/09/2009 03:48
    molto bella.. dolore e sofferenza allo stato puro**
  • grazia longo il 06/09/2009 12:03
    disperazione profonda in pochi versi scarni, inariditi come i sentimenti che esprimono... efficaci, dolorosi e dolenti
  • Fiscanto. il 04/09/2009 22:46
    bella
  • Salvatore Mercogliano il 01/09/2009 22:37
    bella anche se non divina.
  • Anonimo il 11/08/2009 15:12
    molto bella. complimenti
  • ELIO RIA il 23/07/2009 16:42
    Veramente bella! Complimenti!
    Elio
  • roberto cafiero il 27/05/2009 02:54
    Mi piace complimenti
  • Anonimo il 09/01/2009 19:58
    piaciuta
  • stefano manca il 19/12/2008 18:05
    molto piaciuta. il nostro destino inaridito di mancanze irragiungibili
  • lupoalato maria cannavacciuolo il 07/11/2008 12:50
    molto profonda mi e piaciuta bravo
  • maria teresa di donato il 11/07/2008 01:20
    .. molto sentita..
  • oreste vallini il 09/06/2008 06:52
    quello che hai detto è bello. cerca comunque di darti spirito sereno. la vita ne è piena.
  • Maurizio Lombardi il 26/05/2008 14:00
    È veramente espressiva. Hai espresso in poche parole uno stato di dolore.
    bella
  • c m il 26/05/2008 04:01
    mi piace, molto bella anche nell immagine che riesce a creare.
    anche se sinceramente ammetto che mi sarei aspettata di più sul finale
    ma mi sà che sono io che ho strane pretese.
    buonaserata
  • Gabriella Brancaleone il 25/01/2008 16:02
    L'attesa ci snerva come arde la terra,
    ma se sai attendere, l'anima non soffre nè si inaridisce al sole
  • Marina Demelas il 21/01/2008 23:20
    Bellissima
  • roberto cafiero il 08/01/2008 14:37
    non mi piace e non riporta ne a eliot ne a montale
  • Oryu LightWarrior il 02/01/2008 00:17
    Molto carina, poche parole un grande contenuto. bravo
  • Gaetano Guerrieri il 25/12/2007 10:12
    carina
  • mario mennella il 23/12/2007 01:58
    seno tristezza in te...
    comprendo lo stato d'animo, fratello...
    complimenti comunque
  • Anna Cervone il 16/11/2007 19:44
    attinente la metafora, melodico il ritmo delle parole, profonda.
  • Leno Gello il 19/10/2007 17:10
    Il tema dell'aridità mi riporta a Eliot e Montale. Complmenti è molto profonda.
  • Andrea Palestra il 10/10/2007 11:47
    un malheur espresso come fitte ai fianchi... tanto... molto: questi sono gli aggettivi adatti
  • Anonimo il 03/10/2007 12:09
    Mi piace e mi piace il suono che ne scaturisce, triste e soave
  • Mario Giansanto il 25/08/2007 10:01
    coincisa ed essenziale, questo è il suo messaggio più profondo nascosto.
  • michele marra il 24/08/2007 20:52
    La poesia per avere un futuro deve tendere all’essenzialità.

    Superiamo il decadentismo con una nuova poetica di ricerca dei termini, di
    corretta allocazione della parola, di messaggio completo e compiuto, prima
    nella mente del poeta e poi esteso agli altri.

    La lirica non può essere solo sfogo del poeta, ma messaggio per gli altri.

    Cosa deve fare il poeta? La sua è la ricerca della parola, del termine
    giusto da inserire al proprio posto, della scultura del "termine" della
    venatura della parola, come se fosse marmo. Solo così decollerà il nuovo
    rinascimento della poesia. . .. .
  • Dorian Gray il 14/08/2007 17:58
    Bella metafora. L'uso frequente di parole che iniziano e terminano in vocale crea una particolare musicalità... Una sorta di continuità tra le parole. L'unica stonatura è "inaridita"...
  • Carmelo Rannisi il 17/06/2007 18:23
    Bella, più la leggo più recepisco il significato metaforico. Leggerò altro di te.
  • augusto villa il 04/05/2007 14:59
    Bella la metafora... per il resto sono in linea con Rossella... Veramente bella, con pochi versi riesci a trasmettere grandi sensazioni e sentimenti.
    Bravo!
  • rossella bisceglia il 02/01/2007 22:05
    musica
    quando le parole si fondono così bene, leggere i versi è come ascoltare
    musica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0