username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Tempo muto

Questo nostro tempo
che sempre
meno
ci appartiene,
ci ha rubato
il mistero
la favola
la meraviglia
l'incanto...
Questo nostro tempo
che rende
i sogni
una lingua
muta.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

23 commenti:

  • Sergio Fravolini il 17/03/2010 09:36
    Abbiamo la stessa età ... un tempo muto che non ci appartiene. La favola... la meraviglia... l'incanto di tutto ciò che scompare dalle nostre mani.

    Sergio
  • Anonimo il 07/03/2010 00:31
    Nostalgica, ma efficace chiusura. Brava
  • Andrea Arvati il 01/03/2010 17:54
    brava. semplice ma arriva...
  • Adamo Musella il 28/02/2010 20:20
    Scriviamo per riempire questo vuoto e leggiamo ad alta voce per richiamarci. un bacio Bruna.
  • Anonimo il 27/02/2010 18:21
    Bisogna non smettere mai di provare a riappropriarci del nostro destino. Non per senso di possesso ma per essere protagonisti e non seduti in riva al fiume della nostra vita e guardarla scorrere con passiva rassegnazione. È più lungo il commento della poesia ma ciò è indice che codesta opera è molto evocativa. Apre il cuore. Complimenti.
  • Anonimo il 27/02/2010 14:02
    Obiezione: almeno è data la possibilità di esprimere le nostre malinconie. come nel caso di questa bella poesia. Ciao
  • Sabrina Villaverde Diaz il 25/02/2010 08:56
    È stupenda questa tua poesia, un'introspezione dell'anima sublime, grande dono il tuo!
    Dici una verità che a volte fa male... ci sono linguaggi muti ma fatti di sguardi, di vibrazioni in cui le parole sarebbero superflue... ma ci sono anche linguaggi muti che segnano la mente e l'anima in percorsi dolorosi, che graffiano dentro come carta vetrata.
    Gneralmente il tempo non ruba, il tempo dona tempo, siamo noi in genere che lo intasiamo di cose a volte superflue, ed è il mondo stesso che ci vuole iperattivi e produttivi, a volte a discapito degli affetti o delle cose che ci piace fare... così spesso e volentieri non ci lascia spazio attorno... riprendere i propri spazi, lasciare fluire l'anima, trovare spazio per noi, stupirsi sempre della vita, e stupirsi sempre dell'incanto di essa, come fanno i bambini.
    Bravissima Bruna!!! Un abbraccio e un sorriso
  • karen tognini il 24/02/2010 18:35
    Bella... brava.. davvero!!!... piaciuta!
  • augusto villa il 23/02/2010 15:36
    Poesia molto significativa e ben scritta.
    .. e siccome son pigro... dico che nel commento di Fabio mi ci riconosco.
    Brava!!! -----
  • angela testa il 23/02/2010 14:14
    Bellissime parole...
    sintetica e apprezzata moltissimo
    brava...
  • Cinzia Gargiulo il 22/02/2010 22:42
    Poesia sintetica ed intensa. Piaciuta!
    Ciao...
  • Fabio Mancini il 22/02/2010 21:59
    Noi apparteniamo al tempo, perché noi siamo il tempo che ci è stato dato. La "non appartenenza" al tempo che si sta vivendo, equivale al disconoscimento della vita e all'impotenza del sogno. Difronte alle tragedie sociali, la letteratura sudamericana, creò e diffuse il "realismo magico" usando l'ironia e la fantasia come strade per uscire dal dramma quotidiano. Il sogno dunque, non è una lingua muta, come non lo sono le fiabe per i bimbi. Forse si dovrebbe recuperare quel briciolo di fanciullezza e lasciarsi cullare dalle materne braccia dell'ingenuità dimenticata. Un bacio, Fabio.
  • francesca cuccia il 22/02/2010 18:54
    Non so se è il tempo a rubarci tutto o chi lo vive pero belle parole, brava
  • antonio castaldo il 22/02/2010 18:12
    concordo pienamente... questo tempo lascia poco all'immaginazione... non gli importa se sei in tenera età
    anzi... anche nel più "carnale" i fatti te li sbatte in faccia nudi e crudi e... resta poco da immaginare
    bellissima!
  • laura marchetti il 22/02/2010 17:00
    sei sempre molto brava e la tua è una gran filosofia..
  • Anonimo il 22/02/2010 14:28
    Sì, è vero, ma per fortuna che continuiamo ancora a sognare!
  • Donato Delfin8 il 22/02/2010 13:37
    Ottima chiusa.
  • Auro Lezzi il 22/02/2010 11:43
    Ma anche un sorriso aperto e tu ne sei l'e4mblema.
  • Salvatore Ferranti il 22/02/2010 11:00
    bravissima bruna. sei una vera poetessa
  • Vincenzo Capitanucci il 22/02/2010 10:27
    una lingua muta... che ci muterà... in silenzio...

    Brava Bruna...
  • karen tognini il 22/02/2010 10:25
    bella.. brava.. davvero!
  • Rino il 22/02/2010 10:24
    ... ha reso muta una lingua universale, questo tempo. Oggi parla molto più l'apparire, ci sono molte scorciatoie per apparire... mentre l'essere costa tanta, tanta fatica...
  • Simone Scienza il 22/02/2010 10:19
    Anche se muta è sempre una lingua, basta capirla, e poi chissà con un po' di riabilitazione potrebbero parlare ancora

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0