PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Libertà

Liberando
l'anima incatenata
all'arredo della cella,
respiro fuoco ed acqua.
Vivo.

 

l'autore Donato Delfin8 ha riportato queste note sull'opera

La struttura usata per questo testo si chiama "Petit onze".


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Donato Delfin8 il 24/02/2010 15:48
    grazie Sim

    io invece le faccio tutte gassate
  • Simone Scienza il 24/02/2010 14:54
    Anch'io vivo cercando di respirare fuoco e acqua, lasciando che l'aria porti via i problemi, coi piedi ben piantati per terra, e la mente che produce energia (si spera rinnovabile e pulita)
    Niente gas quindi

    Gramde Don.
  • Donato Delfin8 il 23/02/2010 10:49
    grazie a tutti per i commenti

    ^^ 88x3
  • Cinzia Gargiulo il 22/02/2010 22:05
    ... E libero spicchi il volo...^^...
    Bellissima Delfino!
    88... 3...
  • B. S. il 22/02/2010 19:00
    Questa è bellissima Donato...
    Sei bravo.
  • Anonimo il 22/02/2010 18:57
    Bella Donato,
  • francesca cuccia il 22/02/2010 18:48
    Liberando l'anima dai vita ai sensi, bravo Donato, belle parole.
  • Anonimo il 22/02/2010 17:28
    Si si Donato si percepisce che vivi respirando acqua e fuoco...
  • Vincenzo Capitanucci il 22/02/2010 16:10
    ah... quanta libertà Donato... mi respiro nell'essere... acqua e fuoco... anche l'arredo della cella...

    Grazie nèèèèè... vivooooo...
  • cesare righi il 22/02/2010 15:22
    Vivi Donato, perchè sei un poeta ed ogni poeta è libero e si vede che respiri acqua e fuoco

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0