PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Impronte

Davanti a me il mare
sotto la sabbia nera,
luccicante e scolpita.

Cammino piano
nel sole del mattino riflesso.
Il lungomare richiama
la mia voglia di pace.
L'orizzonte, lontano
confonde cielo e acqua.

Mi inebrio del dolce tepore
e del silenzio avvolgente.
Osservo stupita le mie impronte
regolari, irregolari
sempre meno profonde.
Le osservo, cammino a ritroso
le cerco, cancellate dal mare.
Forti, profonde e precise
laggiù in fondo
Inspiegabilmente lievi,
come sospese, qui sotto di me.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 22/02/2010 22:23
    Belle immagini per rappresentare l'affievolirsi in noi della realtà del passato e la sua sedimentazione!