PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La quaresima

Uno de
quei quaranta dì
de abstinentia et paenitentia
fia,
quanno l'eremita
da lo monte
descendo
le genti
de lo borgo tutto
invitar
at observar
quel che
convenir est.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Cinzia Gargiulo il 26/02/2010 20:08
    Pochi oggi si ricordano del significato della Quaresima, ahimè!
    Poesia molto suggestiva!
    Un abbraccio...
  • Vincenzo Capitanucci il 25/02/2010 08:58
    Bellissima Don... l'eremita sarebbe scandalizzato... nel trovar quaranta ladroni...

    Mi ha dato la sensazione di vedere Mosè... scendere dal monte... e vedere il suo popolo adorare un vitello d'oro..

    Quaeresima... quante cose abbiamo perduto...

    at observar
    quel che
    convenir est
  • francesca cuccia il 25/02/2010 08:34
    Ne dovrebbero fare di digiuno per questa Pasqua.
    Bella.
  • Aedo il 22/02/2010 23:14
    Come al solito, hai composto una poesia veramente bella e pittoresca. Bravo!
  • Anonimo il 22/02/2010 22:11
    Oggi dovremmo fare una quaresima lunga un anno!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0