accedi   |   crea nuovo account

Sola sul molo

Seduta sul molo mi lascio cullare dalla brezza marina e dall'infrangersi delle onde sulla scogliera.
Ormai il tramonto ha inghiottito anche gli ultimi raggi di sole e li', sola sul molo insieme ai miei pensieri, guardo l'immensa distesa del mare come se cercassi quelle risposte che io non riesco a trovare.
Soltanto i gabbiani accompagnano i miei pensieri poichè liberi di volare scrutano da parte mia se dalle profondità del mare è in arrivo una qualche risposta.
Tutto tace, tutto è silenzio e quando la schiuma delle onde lambisce il molo capisco che è ora di andare,
tornerò la mattina seguente.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 02/05/2011 00:38
    Molto suggestiva, malinconica al punto giusto con un tono di rassegnazione che si annulla nella chiusa quando dice che ritornerà il giorno dopo, e questo denuncia uno stato emotivo non arrendevole... Piaciuta...
  • Sergio Fravolini il 16/08/2010 10:15
    profondo mare... misteri.

    Sergio
  • Anonimo il 24/02/2010 05:43
    Mi hai fatto respirare l'atmosfera che prediligo. Concordo sui versi più brevi, ma anche sulla bellezza e forza suggestiva della tua poesia. Piaciuta.
  • Aedo il 23/02/2010 23:39
    Un momento di grande tristezza, espresso con intensità narrativa. Comunque forse dovresti scrivere dei versi più brevi. Ciò comunque non toglie nulla alla validità della tua poesia.
    Ciao
    Ignazio
  • Silvia Grandi il 23/02/2010 22:17
    grazie salvatore!!!!
  • Anonimo il 23/02/2010 21:42
    Certo che il mare, così profondo e misterioso è un po' l'immagine del nostro inconscio, il mistero del nostro io nascosto. Molto bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0