username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Acci.. denti la carie

Verme d'una carie
m'hai trapanato,
nascosta tra le cibarie
sei venuta, hai scavato.

Comoda in bocca,
come in mela marci
il tuo passo non mi tocca,
con me inutile provarci.

Or con punta d'ago
tutto si muta in svago,
la guancia gonfia per tua boria
sarà presto storia.

Il dentista
fra gengive equilibrista
mostro di bravura,
ottura la rottura.

Con gioia ritrovata
di 'sto pensier in meno
telo in un baleno
inizio una picchiata,
con ali d'usignolo
torno a casa,
Volo.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Marhiel Mellis il 24/02/2010 18:47
    Ogni volta ti raggiunge un grido mio d'entusiasmo... Hai saputo rendere simpaticissimo e ironico un evento dentario doloroso e mi hai divertito e ti ringrazio con affetto!
  • Fabio Mancini il 24/02/2010 15:51
    Della serie: "su tutto si può fare poesia!" Originale l'argomento, bella la scrittura. Ciao, Fabio.
  • Anonimo il 24/02/2010 13:46
    Bravo amico mio, vola pure a casa, ma quanto hai lasciato al dentista!
  • Donato Delfin8 il 24/02/2010 13:13
    Acci aci sua... ebbbbè ke dolore

    nagggia...
  • Auro Lezzi il 24/02/2010 11:21
    È sentirsi bene.. come dopo aver fatto l'amore,, Meritava la tua ironia.
  • Anonimo il 24/02/2010 11:00
    ahi ahi ahi!! simone simone!! solo al primo verso ho cominciato a innervosirmi! ahahahah!! io odio i dentisti!!!!!! e purtroppo con la carie devo averci a che fare ogni giorno, per mia figlia... miiiiiiiiiii... hai rigirato il dito nella piega della piaga ahahahah!!! ciauuuuu!!
  • cesare righi il 24/02/2010 10:41
    simpaticissima... oggi son tornato senza un dente e con un ponte... un po' più povero, ma con un sorriso vero
    accidenti ai denti
    5carie.. cioè stelle
  • loretta margherita citarei il 24/02/2010 10:01
    dio ti conservi sempre l'ironia
  • Salvatore Ferranti il 24/02/2010 10:00
    poesia molto allegra e divertente. letta con profondo piacere
  • laura marchetti il 24/02/2010 08:35
    evidentemente non sei fifone come me... e poi quando rientro dal dentista volo... perchè ho le tasce vuote... sei molto bravo e simpaticamente ironico ciaooo
  • Vincenzo Capitanucci il 24/02/2010 08:22
    Ah le Cariatidi... Simo... ormai ho perso quasi tutti i denti... e fischio come un usignolo scemo... meno male che si torna a Casa...
  • karen tognini il 24/02/2010 08:03
    Simo ne so qualcosa... odio andare dal dentista...
    baci
    karen

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0