accedi   |   crea nuovo account

La prima e l'ultima

Ti ho aspettata
come la manna dal cielo
giocando a indovinare forme
tra nuvole filanti
ma non ti ho vista...

Non sei arrivata
a piegarti leggera al mio orecchio
a suggerirmi il terrore
nell'estasi
non sei tornata
a raccapricciare ore anonime
flesse e ritmate
come catene di montaggio
dalla fine infinita

Credevo lo stomaco
fosse stato all'altezza
delle turgide e impettite
margherite
che già mi osservavano dal campo vicino
e stavano morendo semi
per bucare la terra
e stavano nascendo petali
per vedere la stella

Si appare all'occhio come spettri
un giorno qualunque tra quelli concessi
nei pensieri a miliardi
come infinitesimali particelle

Si attende poi con rubinia brillantezza
che porte di legno attecchiscano incendi
e inceneriscano
in piccole polveri calpestabili
e trasfigurino
in linfe nuove risalenti rami


Conosco a fondo
l'irrequietezza del fluido
l'instabile boato pronunciarsi in pace
e la sua onda d'urto che é la quiete
tra la prima
e l'ultima
folle
tempesta.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • augusta il 20/02/2012 15:52
    molto bella i miei complimenti...
  • Anonimo il 02/03/2010 21:44
    Uno scaffale colmo di cose belle... questa tua poesia...
    Saluti...
    V.
  • augusto villa il 26/02/2010 14:14
    Why?...
    Dammi un because... e aggiugo:... te pareva... che le gocce erano azzurre... Ange...
    Pensavo invece a delle gocce arcobaleno!!!...
    Stuzzicone?... Forse.
  • laura cuppone il 26/02/2010 12:55
    uffaaaaaaaaaa..
    tvb

    Lau
  • augusto villa il 25/02/2010 16:02
    La cosa è reciproca, Fatina!!!... È bello trovare anche il tuo... e non sai quanto possa essere prezioso...
    La poesia?... Ottima... e non sono di parte. -----------
  • laura cuppone il 24/02/2010 23:58
    che bello entrare nella propria, piccola stanza e trovare i vostri.. sorrisi...

    grazie!!!!
    Laura
  • Anonimo il 24/02/2010 22:12
    "e stavano morendo semi
    per bucare la terra
    e stavano nascendo petali
    per vedere la stella"

    dalla morte, la vita nuova. Laura, sei incredibile. Le tue immagini sono così nitide e rivelatorie!!!
    Un bacione
  • Anonimo il 24/02/2010 19:15
    Laura
    le tue poesie sono per me gocce azzurre.
    T A
    Angelica
  • B. S. il 24/02/2010 18:56
    È incredibilmente bella, e tu sempre così brava...
  • loretta margherita citarei il 24/02/2010 16:46
    stupenda sei sempre super, bravissima
  • roberta z. il 24/02/2010 15:50
    Mi h fatto venire i brividi... complimenti
  • Anonimo il 24/02/2010 14:22
    Usi delle immagini bellissime e molto intense per definire e per dare una personificazione al sentimento di cui parli!
  • karen tognini il 24/02/2010 14:15
    Bravissima... davvero una poesia molto bella...
  • Anonimo il 24/02/2010 13:45
    piaciuta davvero tanto...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0