accedi   |   crea nuovo account

Aspettando India

E sono qui ad aspettare il trascorrere del tempo..
nemico inesorabile, maledetto ingannatore.. capace di trasformare ore in minuti e minuti in interminabili ore.

Aspetto che arrivi il giorno della tua partenza.
Aspetto di esser sola e di potermi godere il mio dolore.

Concentrarmi sul cuore che fa così male da non concederti respiro, sentire le mie lacrime libere arrivare.

Aspetto di sentire questo stato di abbandono
di sentire il bisogno di te e aspettare il tuo ritorno..
convinta che nulla sarà più come prima.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 20/12/2010 19:23
    Bella. Molto "gridata". Piaciuta.
  • Anonimo il 05/04/2010 23:19
    la lontananza risveglia gli amori nascosti dal tempo, basta sognare e il gelo si scioglie al primo raggio di sole splendente. ciao Salva.
  • antonio castaldo il 01/04/2010 17:30
    complimenti! molto... molto... bella!
  • augusto villa il 12/03/2010 16:17
    ... Forse... meglio di prima!!!
    Ciao Paola!!!... Bravissima. -----------
  • Lorenzo Brogi il 11/03/2010 10:06
    cOMPLIMENTI, HAI veramente centrato il punto, quel dolore che fa così male che però allos tesso tempo permette viaggi introspettivi unici alla scoperta del nostro io... questa opera si sposa con il mio motto NEL MALE STO BENE!!!! ciaooooo
  • Anonimo il 24/02/2010 19:20
    Mi piacerebbe capire meglio!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0