username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Bach a rovescio

Preludio
Bach a rovescio
con la testa a sfiorare il pavimento
e braccia a rovesciarsi indietro
ed occhi chiusi
e dita sconcertate
a toccar grano caldo
invitante
tepore

E vento
dolce
senza parole
a gironzolare intorno
a fianchi tesi
a gambe reclinate appena
nude caviglie
bianchi sostegni

Corale
e l'incedere dei papaveri
vermigli dal cuore
nero
uno
tra i miei capelli scuri
uno
sul mio petto
e la seta
di stoffe sottili
come trasparenze d'acqua
volteggiare
come carezze
di cielo
avvolgermi


Silenzio
eco del non udito
danza
di candido soffione
contrappunto sempiterno
tra il tocco
e la
fuga...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • laura cuppone il 26/02/2010 14:53
    pasticciooooooooooooooooooooooo!
    cavoli augusto, sei proprio una frana...
    ok, chiamo qualcuno e ti tiriamo su!
    panzerotto!!!
  • laura cuppone il 26/02/2010 14:52
    Michele... si
    spensieratezza...
    giusto!

    Laura
  • augusto villa il 26/02/2010 14:27
    Bach all'incontrario... Uffy... m'è andato tutto il sague alla testa...
  • Anonimo il 26/02/2010 12:42
    Un senso di spensieratezza assoluta... bella e bello il paesaggio creato
  • laura cuppone il 25/02/2010 20:07
    é quello che c'è tra l'uno e l'altra che toglie il tempo al tempo... non quantificabile... non rinchiudibile...
    il respiro.. forse... o l'eternità...

    a testa in giù, a volte, si vede e sente... meglio.. tutto...

    Bach è una delle mie prospettive... alle quali bisogna abbandonarsi... altrimenti risulta ruvidamente austero, caparbiamente sfrontato, nella sua immodesta devozione...
    ... forse é tra un colpo e l'altro che il rombo é più chiaro e veemente
    anche nella musica... credo.

    scusate l'arroganza del parlare di me.
    vi rigrazio tutti, come sempre.

    Laura
  • Anonimo il 25/02/2010 19:40
    Il tocco e la fuga... nel senso di una sveltina! Scherzo lo sai, sei molto brava e ti faccio i miei complimenti.
  • Anonimo il 25/02/2010 17:22
    Un attimo d'amore, naturale come il vento, musica dei sensi..
    bella Laura, sei sempre molto brava!!
  • Salvatore Ferranti il 25/02/2010 10:04
    le tue poesia sono sempre una piacevole sorpresa... davvero molto brava...
  • Paola B. R. il 25/02/2010 09:59
    Bellissimo il verso finale!!!!!
  • laura marchetti il 25/02/2010 09:15
    molto... musicale e ben scritta... sensazioni, a rovescio...
  • fabio martini il 25/02/2010 09:09
    si molto buona e, adesso che ci faccio caso perche' per combinazione sono capitate l'una dietro l'altra, molto simile ad andrea C. lo stile identico, quel nome quasi identico.. che sensazione di clone... le poesie buone tutte e due allo stesso modo... e quasi identiche come nate dalla stessa penna... va be'... bravi a tutti e due. fm
  • francesca cuccia il 25/02/2010 09:00
    Il tuo scrivere è bellissimo, dolce e tenero allo stesso tempo, brava.
  • vincent corbo il 25/02/2010 07:27
    Molto bella, scritta con grande stile. Complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0