PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Giovinezza

Come la candida giovinezza
condita dalla più fulgida innocenza
si lascia crogiolar al sol di primavera
e ogni turbamento è lieve
il dolor leggero...
e pia l'anima s' invola
per un nonnulla,
anche in cuor mio
l'ebbrezza
che la gioia a tratti imprime
ai quotidiani eventi
si lascia crescere e portar
come polline maturo
sul suo segno
e in cuor contento di mirare a lungo
la vita intorno, qual crogiuol divino
d'amor fulgido canto
come vedo in fondo
allo splendor degli occhi tuoi
gemme sfavillanti
un fulgido mare azzurro
che asconde e freme, di segreti amori,
un fuoco caldo e turbato di passione
la più splendida estate, in questo sogno...

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • angela testa il 30/03/2011 14:16
    scritta con tanto sentimento...
  • Antonietta Mennitti il 20/03/2010 11:42
    Condivido con Fabio... molto intensa!
  • fabio martini il 25/02/2010 21:45
    bella poesia prima di tutto... e una bella stesura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0