username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Fiume

Osservo il fiume dall'alto del ponte
Come la mia vita, scorre verso il mare
Costretto fra aride sponde
Lento si lascia cullare
Sogna, il fiume
di corse impetuose, di piene, di voli di rondini
di salti, di vuoti scoscesi, di petali di rosa portati dal vento
di cigni maestosi, di piume di pollini stanchi
E nel sogno non ha più confini
non vede i suoi argini, i suoi limiti imposti
Scorrono in mezzo a quel suo lento fluire
relitti di cose già abbandonate, oggetti arrugginiti, scomposti
Ricordi di tempi passati
Brandelli di vita, ciò che era
Che è stato
Che non sarà mai più, momenti già andati
Trasfigurato in lento addivenire
Ritornano a galla come
rimorsi, rimpianti di cose perdute
Occasioni sfiorate o intensamente vissute
Emergono i sensi, i profumi di acque d'estate
Si attenua il bisbigliare del vento
Mulinelli d'acqua i ricordi inghiottiti,
da gocce di pioggia versate
Come un nodo alla gola di lacrime e gioia
Prosegue il suo viaggio,
lentamente giù verso il mare..

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Anonimo il 09/02/2011 01:28
    Ritornano a galla come
    rimorsi, rimpianti di cose perdute
    Occasioni sfiorate o intensamente vissute
    Maledettamente vera... ben scritta Laura... complimenti
  • Anonimo il 26/02/2010 20:59
    Bella, piaciuta, ben scritta. complimenti
  • Donato Delfin8 il 26/02/2010 12:21
    Ah bè son ripetitivo zigh!
  • Simone Scienza il 26/02/2010 11:57
    Scritta B E N I S S I M O Metafore giuste e pesate bene.
    Va nei preferiti Laura
  • francesca cuccia il 26/02/2010 11:32
    Sai scrivere davvero molto bene, complimenti espressa magnificamente.
  • Anonimo il 26/02/2010 11:19
    Mi piace molto come scrivi... Bellissima
  • Anonimo il 26/02/2010 11:08
    Ci siamo conosciute un po'. Hai una bella capacità di sintetizzare il pensiero e posarlo sul foglio. Sembra una cornice che racchiude il tuo ritratto, un po' "costretto"... un po' "stanco"... ma pieno di speranza. Brava Laura!
  • karen tognini il 26/02/2010 10:31
    Brava... sempre più belle...
  • Fabio Mancini il 26/02/2010 10:11
    Anche questa è molto bella. E come se d'improvviso tu abbia trovato la tua strada! Ciao, Fabio.
  • Salvatore Ferranti il 26/02/2010 10:08
    cinque stelle per questa poesia molto bella davvero... sei grande|

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0