accedi   |   crea nuovo account

Il guanciale

Quante volte hai accompagnato i movimenti del mio capo
per risultare più comodo e confortevole al mio riposo
e quante volte dopo essere stato bruscamente allontanato
mi hai osservato mentre il bisogno di dormire mi assaliva.
Troppo spesso hai assorbito all'interno delle tue fibre
le mie lacrime regalandomi la sensazione che due mani amiche
fossero sempre pronte a consolarmi.
Mi hai sempre riparato dagli spettri della notte e ti sei mostrato
un'arma sicura e non mi hai mai colpevolizzato
per il fatto che non ti ho mai considerato un amico.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • stefano manca il 10/05/2011 12:31
    curiosa questa poesia, un amico silenzioso e sempre pronto, il guanciale
  • Giusy Lupi il 01/05/2011 23:48
    Simpatica poesia dedicata al cuscino però!!!!!!!!!!!
    Carinissima. Ciao Giusy
  • Sergio Fravolini il 16/08/2010 10:21
    Gli spettri della notte...

    Sergio
  • Anonimo il 01/03/2010 12:50
    mi hai sempre riparato dagli spettri della notte... che frase intensa e azzeccata... davvero bella
  • loretta margherita citarei il 26/02/2010 21:15
    originale questa dedica al cuscino, piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0