accedi   |   crea nuovo account

Luride scie del venerdì sera

Brutti bastardi
infingardi,
pestate tutti con cattiveria ignorante
violenza gratuita, da cervelli in saldo
farei polvere di voi con lo sguardo

Ve ne vorrei dare tante
non sapete quante,
perché emerge di me la parte peggiore
di nero mi si riempie il cuore,
rabbia dura da mandare a fondo
tutta per voi che già siete
negli abissi dell'animo immondo.

Ai demoni darei felice banchetto
di ciò che vi manca nel petto,
siete proprio delle M.. de
sento il puzzo marcio
e la mia furia arde
affilata,
per aprirvi uno squarcio,
in scuro si chiude 'sta
bella giornata.

Brava gente mi dispiace,
possa portarvi pace
quest'urlo rapace.

 

2
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Bruno Vollei il 09/12/2010 07:43
    Bella! Mi aggiungo all'urlo!
  • loretta margherita citarei il 27/02/2010 22:03
    concordo pienamente, bravo simone
  • Anonimo il 27/02/2010 19:10
    Dal contenuto importante e scritta benissimo. Complimenti, Simone.
  • Anonimo il 27/02/2010 09:55
    Bravo Simone oltre che per la denuncia anche per la poesia!
  • karen tognini il 27/02/2010 09:52
    Simone... quando ci vuole... ci vuole... e che sia un urlo.. potente!

    bravo...
    ciao karen

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0