PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Aria

Sono nata per cantare
perchè la mia vita è breve
passerà lieve
e livemente toccherà la terra
lascerò il mio profumo che sa di mosto
lascerò il mio ideale che si chiama amore...
Ho vinto questo mondo affermando il mio io
senza essere suprema ma umile
ho stretto le mie dita in suppliche
perchè esiste un DIO
Tra le mille guerre dette e nascoste
fatte e perdute
vestite di sangue o vino
la storia si è ripetuta come eco
mentre la vita aveva sempre lo stesso tempo...
Muoino come pensieri, uomini vestiti ancor di latte,
vanno via nel vento e restano di loro solo giornali...
Ho dato la colpa alla colpa per essere come fretta
aver annoiato la fede e spento ogni credo, dando la sua anima a chi
è innocente, l'unico, in cui io creda...
Se mi senti lontana non guardare tra la notte
se mi senti finta non chiedere alla morte
se mi mi vedi trasparente non pensare che sia semplice
se ti dico impara me tu esci fuori
e ascolta il vento!

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Sergio Fravolini il 14/08/2010 16:05
    Una grande profondità d'animo.

    Sergio
  • esther iodice il 01/03/2010 11:05
    vi ringrazio per il vostro appoggio, sostiene la mia voglia di dire...
  • Adamo Musella il 28/02/2010 19:57
    Mossa dal un lieve vento, ritorna vitale ogni volta che la respiriamo. che brava Esther. baci
  • Duca F. il 28/02/2010 19:11
    Mi piace molto al poesia. Davvero...
  • loretta margherita citarei il 28/02/2010 09:33
    v'è un bell'inno alla gioia di vivere in questi versi, brava
  • laura marchetti il 28/02/2010 08:39
    è molto profonda, molto vera e fa provare emozioni...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0