accedi   |   crea nuovo account

Bolle di sapone

Restavo ore alla finestra.
Bastava un soffio lieve per dare vita a questa magia.
Bolle di sapone..
Si staccavano dal bastoncino
E assumendo forme strane si liberavano nell'aria.
Colori di luce, di sole, riflessi di arcobaleno, di vita, di cielo.
Di cose sfuocate, sfumate, filtrate, specchiate.
Azzurre, trasparenti come l'aria, come la libertà.
Sospinte dal vento salivano in alto lontano,
fino a quando sparivano dalla vista dell'occhio.
Altre staccandosi vibrando incerte, ruotavano.
Finivano il sogno lì a terra, o trafitte da rami di alberi,
spigoli, ostacoli, lungo il loro cammino.
Quelle più grandi esitavano lievi e dopo lieve danza
esplodevano in pianto di gocce di pioggia
e vapore di lacrime, lieve.
Le bolle di sapone,
non mi rendevo conto..
erano i miei desideri.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 01/03/2010 20:24
    Nella fantasia i desideri sono leggeri e soavi, ma diventano pesanti e irrealizzabili nella realtà. C'est la vie
  • Anonimo il 01/03/2010 12:40
    Concordo Con Auro. Mi hai fatto venire in mente la Tigre di Cremona. Bella, a prescindere dall'inciso... la tua poesia. Piaciuta molto.
  • Patty Portoghese il 01/03/2010 11:45
    Bella, hai visto lo spettacolo di Fan Yang e delle sue bolle... Magnifico!
  • Anonimo il 01/03/2010 10:36
    Le bolle di sapone sono i nostri sogni. Bella.
  • Dolce Sorriso il 01/03/2010 10:17
    bella, piacita questa poesia colma di ricordi... e bolle di sapone
  • Auro Lezzi il 01/03/2010 09:12
    Tu non eri nata e già le immortalò Mina... Ed io giocavo a flipper con le palline impazzite.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0