PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Che sera

senti, che poeta è rinato,
Gelsomino è tornato,
lui la serata di ieri ha animato
perchè quattro ragazze ha baciato,
grazie a un gioco veritiero,
che ha realizzato un desiderio.
Anche se l'amaro in bocca mi ha lasciato.
infatti un bacio l'avrei dato
a la ragazza che per due anni ho desiderato,
di vavisciate ne avrei fatte a volontà,
se dal podestà
non fossi stato fermato
nel momento più aspettato,
per furbizia l'ho scampata
ma ai miei amici la colpa è finita,
di questo mi pento,
e dentro di me sento quel gelido vento,
detto senso di colpa
di chi fino all'ultima goccia ti spolpa.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0