accedi   |   crea nuovo account

Giorno Artificiale

Prendo il tempo per capire
che è il momento di morire di sfuggita
di bruciare ciò che brucia
di fermare ciò che avanza
fino a farmi rantolare.

Oggi sogno le tue labbra
e ti vedo dentro il buio solo
mentre rido e ti faccio a pezzi piano piano
senza sprecare neanche un colpo.

Perchè e finito ogni dolore
e è incominciata la ragione.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Angelo Senatore il 28/03/2012 15:20
    Una poesia che fa davvero pensare, complimeti.
  • Anonimo il 06/03/2010 13:03
    Morire di sfuggita, per poi ricominciare. Bella poesia.
  • vasily biserov il 04/03/2010 22:23
    un illuminista!! piaciuta
  • B. S. il 04/03/2010 20:42
    Bellissima... la ricostruzione dopo il dolore...
    Bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0