accedi   |   crea nuovo account

Nella spasmodica attesa

Volai come un'ape impazzita
alla vista del corpo tuo
e planai fremente
per placar la sete.
La lingua introdussi nel fiore
nascosto dalla tua verginità,
aperto dal tuo amore
per farmi gustare il nettare.
Ed i tuoi gemiti vogliosi
si sparsero per l'aria,
nella spasmodica attesa
di diventare tutta mia.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 16/03/2011 09:53
    Focoso, appunto come l'ape sul miele...
  • GiuseppeCristiano Merola il 11/08/2010 12:08
    Poesia non di mio gradimento, ma l'ho fatta leggere ad una persona con la quale sto chattando ed ha detto che le piace... Uhm... Ha un sfondo erotico ben costruito, ma sento che manca qualcosa!
  • karen tognini il 05/03/2010 14:26
    Si.. sente.. che la primavera è in arrivo!.. c'è.. il risveglio.. della natura!!!!

  • laura marchetti il 05/03/2010 10:23
    sempre molto caliente... come un sole
  • Anonimo il 05/03/2010 09:18
    Woww! Magnifica visione erotica mi suggeriscono i miei neuroni, ma anche molto dolce insiste il mio cuore...
    Grande Auro, bellissima poesia.
    Ciao, B. Roses.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0