username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La gabbia immaginaria della Fiera

Come fiera
annuso
la mia terra
lo spazio
divoro
e l'aria
comprimo
profumata
di bosco.

Come fiera
rifuggo
sentiero battuto
violando
i cespugli
all'umano
celati
nel buio
del giorno.

Come fiera
mi trovo
quietamente
ammansita
riponendo
selvatica
essenza
nella gabbia
immaginaria
che nessuno
ha mai creato.

 

l'autore ANGELA VERARD0 ha riportato queste note sull'opera

noi stessi siamo spesso gli artefici delle nostre prigioni per sensi di colpa, per paure o per convenzione


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Anonimo il 10/09/2011 15:45
    Molto bella, complimenti!!
  • karen tognini il 09/03/2010 13:48
    Sei bravissima.. leggerò con calma le tue poesie!...

    Splendida!
  • Anonimo il 09/03/2010 10:57
    Angela sei splendida.. mi perdo nei tuoi versi e nelle belle immagini
    che sempre riesci a dipingere..
    grande
  • denny red. il 07/03/2010 00:12
    piaciuta!! brava angela.
  • loretta margherita citarei il 06/03/2010 05:25
    come sempre leggerti mi da piacere, per i bei versi che scrivi, bellissini, si purtroppo condivido
  • Cinzia Gargiulo il 06/03/2010 00:23
    Bellissima poesia e bellissime immagini.
    Un abbraccio...
  • Dolce Sorriso il 05/03/2010 21:31
    evvaiiiiii
    brava Angela...
    si una pantera in libertà...
  • cesare righi il 05/03/2010 21:01
    molto bella, mi dai l'idea di essere una pantera. Non chiedermi il perchè...
    Brava Angela
  • Salvatore Ferranti il 05/03/2010 19:54
    poesia davvero molto bella...
  • Anonimo il 05/03/2010 17:34
    Come fiera aneli ad una realtà diversa da tante altre realtà!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0