PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La capanna dello zio zobolo

l'arroganza della conoscenza
veste di luce
la miseria delle giornate grige
passate ad imbellettare il vuoto del cuore
improvviso irrompe il tempo della cena
che mi distoglie dalle mie purghe
ma poi il dolore si fa rabbia
nello scoprire che perfino i miei sogni
sono dolce casa di miserie e turpitudini
e così costruisco una capanna fra le montagne
illudendomi che dentro
ci stia tutta la libertà del mondo,
fingendo di non vedere
che il mio cuore è franato a valle
incapace di assorbire altre piogge
e così spingo a forza sul pedale del gas
senza guardare la strada
dove pedoni terrorizzati si gettano indietro
nella testa rimbombano le canzoni di altri
che cantano d'amore e d'altro
per coprire le urla
delle stragi compiute nel nome della loro libertà
poi
mi accorgo che il mio orto marcio
alimenta gli ortaggi che mi nutrono
e la capanna evapora
nel fragore di una risata.

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • marilena rimpatriato il 18/03/2010 08:08
    Bellissima questa lirica. Il turbinio di parole racchiuso in esso rende partecipe chi legge tanto da "vedere" lo zio e la corsa folle descritta. C'è una vena di amarezza, forse è un riverbero della tua anima.
  • Gennaro Danza il 16/03/2010 18:02
    delicata composizione di immagini veloci precise significative. davvero estasiato. Prende!
  • Anonimo il 06/03/2010 19:35
    Caspita... tosta questa poesia... ma bella!!!
  • tania rybak il 06/03/2010 15:15
    quelli che hanno compiuto le staggi non cantavano d'amore, le staggi, spesso, hanno compiuto quelli che le canzoni d'amore non volevano ascoltare, ma godere di potere e quindi hanno ammazatto quei soavi canti. cmq vera e molto sentita. mi piace
  • Anonimo il 06/03/2010 14:51
    Le tue poesie sono fra le mie preferite. Un caro saluto.
  • loretta margherita citarei il 06/03/2010 14:45
    molto intensa, ben scritta piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0