PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Lavori in corso

Uno strano segno
le battute di caccia sono aperte
il silenzio è presagio
di movimenti
tellurici

-Cosa bramate di sapere?
Se i miei respiri sono rivolti
alla vostra
potenza di bipede?
O se voi stesso
signore
sareste immerso nel mio liquido
a frollare
prima che la vostra stella
non vi conduca fuori di me
nella solitudine?-

Ricondotti al peggio
d'un meglio apparentemente sostenuto
tratterremo i nostri acidi nucleici
confinandoli
a basse temperature conservatrici
fideremo poi
nel sopravvivere
aspettandoci l'un l'altro
senza ritegno

-Forse non avete compreso
mio signore
l'importanza
di leggeri fili di spore
sono quelli ad attraversare oceani
é per quelli che voi
esistete-

Gabriele farà ancora
da paciere
chiedendosi per un attimo
quale fosse la Volontà
di tanto Bene
per un padrone sciatto
servo mortale
ingrato verme
capace d'amare...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

18 commenti:

  • laura cuppone il 16/03/2010 12:51
    Grazie infinite Roses...
    Laura
  • Anonimo il 15/03/2010 21:52
    Si, scrivi davvero magnificamente.
    Bravissima, B. Roses.
  • laura cuppone il 12/03/2010 19:37
    fuochino augu...

    Lau
  • augusto villa il 11/03/2010 22:09
    Il tuo cielo...è pieno di vortici... alte e basse pressioni...
    Avverto assestamenti tellurici... Al centro della tua terra... grandi cambiamenti...
    Occhio agli tzunami... Fatina!!!
    Una crescita consapevole... responsabile... e per questo dolorosa
    Tvb.-------------
  • laura cuppone il 11/03/2010 12:30
    tania...
    il succo é quello..
    il rispetto ormai non esiste..
    e basterebbe quello
    ...

    grazie
    Laura
  • laura cuppone il 11/03/2010 12:29
    grazie Andrea...
    la percezione di qualcosa é meglio della sordità assoluta...


    grazie...
    Laura
  • tania rybak il 10/03/2010 18:55
    percepisco molta fede e sofferenza, che condivido
  • tania rybak il 10/03/2010 18:54
    se non si riesce provare la stima, il rispetto è un dovere, pure se certe cose non sono condivise
  • Andrea Arvati il 09/03/2010 14:54
    sì percepisce un grido dietro le tue parole. bella
  • laura cuppone il 08/03/2010 10:50
    questo componimento, in realtà, si riferisce alle mie poche briciole di stima nei confronti del genere umano...
    in generale...
    e Gabriele ha le ali...
    ...
    ci sono segni inequivocabili di forti cambiamenti...
    saremo capaci di coglierne in tempo il senso?
    ...
    ho i miei dubbi... purtroppo...

    grazie a tutti voi.
    un abbraccio
    Laura
  • denny red. il 08/03/2010 00:52
    molto piaciuta!! ben scritta!! bravissima!!
  • Anonimo il 07/03/2010 23:36
    Un amore che attraversa tempeste
    amore che lacera e rammenda
    bella mio tesoro
    come sempre del resto
    sarò ripetitiva ma è così...
    T A
    Angelica
  • Len Hart il 07/03/2010 19:10
    great...
  • loretta margherita citarei il 07/03/2010 18:33
    molto bella, magica direi con quel gabriele, super sei super
  • Anonimo il 07/03/2010 16:39
    molto bella Lau poesia di grande serie. ciao Sal.
  • Anonimo il 07/03/2010 13:39
    Non so!, la leggo come la controversia storia di due amanti, il lui già di un'altra e la lei che lo vorrebbe solo suo, e che forse... mah, forse stò invecchiando ... comunque bellissima poesia...
  • Anonimo il 07/03/2010 12:54
    Apprezzo il tuo modo di far poesia e le immagini che mi suscitano personali riflessioni.
  • giuliano paolini il 07/03/2010 11:25
    che ci fai sopra di me, ti ritrovo dolce peso sulle mie spalle il problema è che non so dove andare, fammi un fischio se hai qualche idea.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0