accedi   |   crea nuovo account

Il tramonto della luna

Ogni secondo è un anno, un secolo,
una vuota eternità,
il tempo non scorre.
Immobile nel fango
tutto è insensato.
È uno strazio
sentire le urla del mio cuore
dove demoni spietati
strappano i fiori della dolcezza
per piantare i semi
di una disperata sofferenza.
Difficile respirare
con il dolore che ti strangola.
Le cose belle non durano,
fuochi d'artificio
di due mesi.
Sei tornato sulla luna
come tanti anni fa.
Ti proclami solo,
nella tua solitudine
non si può entrare,
è la tua gabbia dorata
che mi ha sbattuto
la porta in faccia.
Soffoco,
sprofondo,
mi dichiaro morta.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

27 commenti:

  • Marco Ambrosini il 11/02/2011 20:35
    una poesia quasi violentatrice... ti entra dentro con tutta la sua malinconia...
  • Giuseppe Tiloca il 09/09/2010 21:40
    Diretta Kartika, energica, si sente questa stretta al cuore..
  • Anonimo il 26/08/2010 11:58
    molto bella, brava, riesci dare idea del tuo dolore a chi legge. Il distacco da una persona importante è capace di farci sprofondare in laghi di lacrime e posti cupi e sofferenti.
  • Cinzia Gargiulo il 05/07/2010 10:12
    Si percepisce fortemente il tuo dolore in questi versi intensi e veramente belli.
    Purtroppo ci sono persone che hanno paura di abbandonarsi all'amore e trasformano la solitudine in una "gabbia dorata" o in una corazza che non è facile abbattere per chi gli si avvicina. Quello che resta di un amore così è un'immensa sofferenza.
    Un abbraccio...
  • Paola Pinto il 03/07/2010 22:33
    Molto dura molto forte! Più che graffiante! Esprime benissimo la sensazione causata della parte negativa insita in molti... purtroppo!
    Molto bella
  • Francesca La Torre il 03/04/2010 18:28
    molto vera, si resoira aria di vero amore e quindi di grande sofferenza, ma ne vale la pena!
  • ombra bianca il 02/04/2010 23:07
    bellissima... in particolare gli ultimi tre versi sono davvero dolorosi... mi riportano alla mente un'intensa passione perduta
  • Giuseppe Tiloca il 31/03/2010 21:46
    dopo di questo... Kartika che è successo? La poesia è bella, ma tu? dove sei! Manchi tanto
  • Marysun... il 28/03/2010 10:03
    un'esplosione.. anche questa poesia è un urlo del tuo cuore! bellissima...
  • Sergio Fravolini il 27/03/2010 17:19
    Tutto ciò che è bello non dura. Respirare solo lacrime.

    Sergio
  • Dolce Sorriso il 16/03/2010 20:40
    molto bella
    apprezzata moltissimoooooo
  • augusto villa il 11/03/2010 21:43
    Uno scritto intensamente doloroso...
    ... ma bello... bello... bello!!!
    C'è qualcosa che non gira al 7 e 8 verso... Dopo cuore metterei un punto... e toglierei la parola "dove".
    Ma va bene anche così... e scusami per l'invadenza.
  • franco buldrini il 11/03/2010 00:20
    triste il percorso ma bella veramente. Complimenti
  • Aedo il 11/03/2010 00:09
    La luna tramonta nel tuo cuore, nel senso che la dolcezza e i sogni sono stati sostituiti da un'amarezza esistenziale, che provoca sgomento. Al di là della sofferenza, però, qualcosa può sorgere... La tua poesia, Kartika, mi ha trasmesso un'emozione profonda.
    Ignazio
  • Anonimo il 10/03/2010 18:32
    Strofe dure, ma scritte molto bene. Brava!
  • Anonimo il 09/03/2010 00:39
    È vero.. dire che è bellissima sembra un offesa al dolore chesi legge...
    bei versi che rispecchiano il tuo stato d'animo!!
  • loretta margherita citarei il 08/03/2010 21:28
    bentornata kartica, bellissima poesia, piaciuta molto.
  • Paola B. R. il 08/03/2010 20:04
    Un tramonto di sentimenti travolgenti... piaciuta, molto.
  • Anonimo il 08/03/2010 19:51
    Sentita, esprime con tutta la forza il dolore.
  • Simone Scienza il 08/03/2010 10:01
    Percepisco talmente il dolore che mi sembra un'offesa dire che è bellissima.
  • Fabio Mancini il 08/03/2010 07:50
    Sembra che i paesaggi lunari siano molto suggestivi e gli uomini che abitano lì, siano molto più affascinanti e affidabili dei terrestri. Continua a vivere e a sperare. Un bacio dolcissimo, Fabio.
  • Anonimo il 08/03/2010 07:35
    Struggente... come la tua poesia esprime...
  • Anonimo il 08/03/2010 07:20
    Toni "urlati" per una sofferenza che appare incontenibile. Piaciuta. Ciao
  • Vincenzo Capitanucci il 08/03/2010 07:08
    Quale piacere rileggerti Kartika... immaginavo una grande sofferenza... dietro al Tuo silenzio...

    Bellissima... straziante... struggente...
  • Anonimo il 08/03/2010 02:39
    angosciante... visceralmente dolorosa... seppur bella!!!!
  • denny red. il 08/03/2010 02:03
    scusa!! luna. ... notte mi tremano le mani..
  • denny red. il 08/03/2010 01:58
    forte! intensa!.. il tramonto della iuna. molto piaciuta!!! bravissima!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0