PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ritenendole stelle

Mi chiedo spesso
se ho sbagliato
Se ho guardato il bianco
e l’ho scambiato per nero
se l’ho avuto vicino
e mi è sembrato lontano
Sento spesso un rancore
sopito
verso cosa non so
o verso chi…
Ho passato le notti sui libri
e mi chiedo
se ho perso il mio tempo
se ho viaggiato
in compagnia della luna
pensando di raggiungere
il sole
Mi sono voltata
e ho guardato lontano
ed ho visto me stessa
abbracciata a un battello
che ha sbagliato la rotta
e invertito il suo corso
E mi chiedo se è un errore
remare in un mare profondo
e toccare le onde…
ritenendole stelle

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • emilio tasca il 29/11/2008 19:24
    Chi nella sua vita non ha avuto i tuoi stessi dubbi?! Ma quanti li hanno saputo mettere così bene in poesia? Magari domani ti accorgi di navigare in un cielo di stelle...
  • Claudio Amicucci il 17/08/2007 10:46
    Le tuescelte sono tue e basta. I tuoi versi sono melodoci e giunti alla fine ti accorgi che ti hanno toccato: questo è il compito della poesia! Ciao Claudio
  • luigi deluca il 14/01/2007 11:09
    se tocchi le onde, credendole stelle, ESSE SONO STELLE!!!!
    Difendi le tue scelte!!!
    gigi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0