accedi   |   crea nuovo account

Il deserto

Granelli di sabbia
in un deserto immenso,
Tereno sterile
che è capace di produrre
soltanto le spinose piante.
I serpenti e camaleonti
sono i suoi abitanti.
Il sole bruccia,
bruccia quel deserto...
per illuminarlo.
Lui si diffende,
sventolando,
con tutta la sua prepotenza,
danza con la sabbia
una danza mortale.
Appana il sole,
non lo fa svanire,
chi è capace ad intimidire
Il sole e la sua forza.
Poi
Un miraggio
Un oasi
Tutti gli abitanti di quel deserto
scappano via, non sopportano
la sua ferocia mortale.
Tutti gli insetti, tutte le creature
tanto nobili, figli di madre Natura,
si rifugiano in quella piccola oasi.
La sorgente di quel minuscolo Paradiso
disseta la loro voglia di vivere.
Poi
Proseguano per la loro strada.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Aedo il 10/03/2010 12:48
    Abbiamo tutti bisogno di un piccolo paradiso, per sfuggire al male e alla crudeltà di una società, che a volte perde il senso della vita e delle emozioni. Bravissima Tania.
    Ciao
    Ignazio
  • Anonimo il 10/03/2010 07:51
    Molto bella Tania, belle immagini del deserto... Brava
  • laura marchetti il 09/03/2010 18:56
    bellissima immagine del deserto... che sudata per raggiungere l'oasi!! la tua bella poesia mi ha dissetato ciaoo
  • Fernando Biondi il 09/03/2010 17:55
    un susseguirsi di emozioni forti e dolci al tempo stesso, poesia molto apprezzata e condivisa, complimenti vivissimi.
  • tania rybak il 09/03/2010 17:12
    il deserto per me è il male e il peccato, il peccato trasgredisce le regole del Creatore, da i frutti spinosi e ambiguità è l'amica del peccato stesso. oasi è la fede e la speranza, nutre l'anima di chi ha fede. Il male vorrebbe farci credere che ha vinto, ma non è cosi.è una mia modesta rifflessiona. grazie del commento
  • Ugo Mastrogiovanni il 09/03/2010 17:01
    Laddove i contrari vanno a braccetto: il segno che nella natura il Creatore non ha trascurato niente. Attenta a quel "tereno sterile" e "appana il sole".
  • Andrea Arvati il 09/03/2010 03:10
    un turbine di immagini ed emozioni. brava!
  • denny red. il 09/03/2010 02:42
    .. danza con la sabbia.. figli di madre natura.. .. voglia di vivere. piaciuta!!
  • loretta margherita citarei il 08/03/2010 17:55
    bello il senso celato nel paragone del deserto, piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0