username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Raccontando la notte

Limpide strade
d'asfalto bagnato
dopo un giorno di pioggia
e lampioni che riflettono
in pozzanghere a terra,
quanti ricordi
ci restano in mente,
quali ricordi
nessuno saprà
in solitarie notti
tra strade deserte
dove,
il vecchio giorno finisce
ed il nuovo ha inizio
in quelle notti
in cui,
il domani è già oggi
e l'oggi era ieri,
dove il giorno è di notte
e la notte si fa giorno,
dove tutto si ferma
anche se il tempo scorre
noi,
creature del buio
che la notte viviamo
passeggiando per strade
da altri scordate
sino al sorger del sole
noi,
che la notte raccontiamo
esprimendosi al vento
che pensieri divulga
trasportandone voci
per chi la notte teme
senz'averla provata,
per chi la notte ispira
lavora o s'annoia
per colpa d'insonia,
alla notte sorrida
guardando alle stelle
che dall'alto ci veglian
anche se a volte,
di nubi si copron
come in vergogna
al nostro sguardo,
per chi la notte evade
in un mondo di sogno
e conoscer non può
se non per riflesso
di voci che narrano

12

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • denny red. il 10/03/2010 03:38
    la madre notte.. bellissima mirko, piaciuta!!
  • Anonimo il 09/03/2010 13:57
    La notte è bella, profonda e misteriosa!
  • laura marchetti il 09/03/2010 08:50
    creatura della notte che con grande capacità sa coglierne tutte le sue sfumature
    complimenti!
  • loretta margherita citarei il 09/03/2010 08:24
    la notte porta consiglio e bei versi, piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0